Il futuro della consulenza aziendale: da esecutori di progetti a partner strategici per scoprire il nuovo Blue Ocean della business consultancy.

Scopri in questo articolo come sta evolvendo il lavoro del consulente grazie al cambio di paradigma offerta dalle soluzioni tecnologiche, conosci le nuove metodologie e innovazioni in grado di aprire nuove frontiere nell’ambito della consulenza.

Il futuro della consulenza aziendale nei prossimi anni sarà radioso! la consulenza aziendale avrà un ruolo fondamentale nei prossimi anni il suo ruolo e modalità di servizio cambieranno profondamente, vediamo perché!

Ormai il momento di incertezza è chiaro a tutti! In futuro, con gli imminenti cambiamenti alle porte, le imprese subiranno trasformazioni profonde e dovranno accelerare notevolmente la loro capacità di rinnovarsi e gestire scenari complessi per poter continuare ad essere rilevanti.

Probabilmente nei prossimi anni generare profitto non sarà più l’obiettivo principale, ma la capacità di rimanere in grado di incidere per mantenere le quote in un mercato ancora più difficile e in continua evoluzione.

IL FUTURO DELLA CONSULENZA: le TOP 10 strategic predictions on 2023 di Gartner

La dematerializzazione dei consumi ha inoltre portato le organizzazioni a concentrarsi sui servizi legati ai beni, rendendo ibrida l’offerta tra il mondo fisico e quello digitale.

I prodotti, i servizi diverranno sempre più esperienze e saranno quindi sempre più distribuiti e dotati di una parte digitale, richiedendo strategie specifiche.

La consulenza quindi farà sempre più fatica a prescindere dalla tecnologia, molte firme della consulenza aziendale cominceranno quindi ad ampliare ed “inglobare” parti tecnologiche per rimanere competitive e alzare il livello di servizio mantenendo il dominio e la leadership delle nuove competenze.

Phygital Il futuro della consulenza aziendale, come sarà il lavoro del futuro business tecnhology consultantg

Le sedi prestigiose e costose diventeranno sempre meno importanti grazie all’accesso alle risorse in cloud, alla possibilità di collaborare da remoto e alla comunicazione digitale, tutto questo richiederà supporto e consulenza aziendale per essere realizzato.

Le reti commerciali sia dirette che BtoB avranno sempre più modo di intercettare ed interagire con i clienti in un ambiente phygital, omnicanale fino ad arrivare a nuovi modelli ibridi di vendita. Già si vedono i primi esempi concreti.

CTA sei un HR, consulente marketing o di reti vendita? diventa partner con la gamification con la piattaforma Whappy

La direzione dunque intrapresa degli ultimi anni è già concretamente visibile nel mercato, in questo frangente la tecnologia ha avuto un impatto significativo su molti settori, tra questi inevitabilmente anche quello della consulenza aziendale.

In questo articolo analizzeremo il ruolo che avrà la tecnologia nei lavori di tipo consulenziale rivolti alle aziende, di come lavori quali HR, marketing, direzione commerciale e operations affronteranno da qui a breve un cambio di paradigma stravolgendo metodi consolidati e creando nuove best practices fino ad oggi nemmeno ipotizzabili.

Il ruolo della tecnologia nel futuro della consulenza aziendale

In questo futuro, ormai dato per certo, un ruolo centrale è senz’altro destinato alle piattaforme tecnologiche.

Il futuro della consulenza: Aziende che utilizzeranno il Cloud entro il 2026 per la trasformazione digitale

Le piattaforme tecnologiche continueranno a rivoluzionare il lavoro dei consulenti, come già da qualche anno fanno, trasformando sempre più le loro professioni e richiedendo nuove competenze, nuovi strumenti e metodi di lavoro.

“ora anche il futuro della consulenza aziendale non può prescindere dal digitale”

Gli scenari della consulenza aziendale che beneficeranno di tutto ciò saranno molteplici.

Il settore HR sarà indubbiamente uno dei più colpiti dalla trasformazione digitale. Le piattaforme di employee experience, performance management e l’intelligenza artificiale saranno sempre più utilizzate per aumentare il coinvolgimento e produttività dei dipendenti.

Vuoi approfondire il tema sulla employee experience? leggi qui la guida definitiva per HR, Marketing e Operations manager 👇👇👇

CTA Guida definitiva alla employee experience per HR, Marketing e Operations manager

I consulenti HR dovranno quindi imparare a lavorare con queste nuove tecnologie per rimanere competitivi.

“Il futuro della consulenza aziendale passa per la trasformazione digitale”

Anche la formazione professionale sarà sempre più digitale. I consulenti in ambito HR, HCM e formativo dovranno integrare l’apprendimento digitale nei loro programmi, utilizzando piattaforme di e-learning, tecnologie di realtà virtuale e AI. Useranno metodi per la formazione e apprendimento basati sul continuous emprovement con il learning by doing, metodi induttivi ed estremamente usabili che fino a poco tempo fa non disponevano di tecnologie adeguate.

CTA scopri il nuovo ruolo del HR, HCM e come dimostrare il ROI con l'avvento della tecnologia

Grazie infatti ad integrazioni (API) di terze parti di prodotti già disponibili sul mercato (Le API sono sostanzialmente sistemi di interfaccia delle piattaforme che permettono lo scambio dati fra diversi ecosistemi) sarà possibile creare soluzioni estremamente personalizzate con percorsi di formazione ad personam, creare e gestire contenuti, preparare sistemi di verifica delle competenze e gestire questionari con un semplice click.

Come sarà il consulente del futuro? il suo know how passerà necessariamente per l’integrazione tecnologica

Questo permetterà di liberare definitivamente i responsabili della formazione dall’operatività, tema che fino a ieri limitava i progetti in modo drastico, causa l’eccessivo dispendio di risorse che questo tipo di operatività avrebbe comportato.

Consulenza digital richieste di digitalizzazione dalle aziende Italiane, risposte multiple in %

Anche per la parte formativa quindi l’analisi dei dati sarà fondamentale per valutare l’efficacia della formazione e apportare le azioni correttive necessarie. Anche in questa direzione si tenderà sempre più a creare sistemi di automazione dell’intero processo con l’aiuto della AI.

Per quanto riguarda la consulenza aziendale nel settore del marketing e delle vendite, le piattaforme tecnologiche stanno già da tempo supportando e rivoluzionando la modalità di interazione con le aziende.

“Che tu sia nella consulenza HR, Marketing o Sales ora non puoi più fare finta di niente, o prendi tu il dominio della tecnologia o la tecnologia prenderà il dominio del tuo lavoro!”

Le reti vendita stanno sempre più velocemente mettendo a punto nuove metodologie di vendita Phygital che tengono conto dei profondi cambiamenti già avvenuti e dell’impatto che la tecnologia ha avuto in essi. In questo contesto il ruolo della consulente aziendale come abilitatore e facilitatore della tecnologia diviene cruciale.

Vuoi conoscere come sono cambiate le reti vendita con la tecnologia? leggi l’articolo qui👇👇👇:

CTA approfondisci l'articolo su come ripensare la rete vendita per renderla nuovamente competitiva

I consulenti utilizzeranno sempre più in modo attivo i dati dei clienti per creare strategie personalizzate che utilizzano canali di comunicazione digitale come social media, chat ed email marketing, tutti connessi per creare una esperienza continua e coerente.

Anche in questo ambito l’analisi dei dati diventerà un elemento sempre più importante per identificare ed anticipare tendenze di mercato e comportamenti dei clienti.

In sostanza chi avrà migliore qualità di dati e saprà organizzarli in efficienti algoritmi vincerà matematicamente sugli altri.

CTA sei un HR, consulente marketing o di reti vendita? diventa partner con la gamification con la piattaforma Whappy

Come l’Intelligenza Artificiale rivoluzionerà la consulenza aziendale: vantaggi e opportunità future per i consulenti aziendali

Abbiamo dunque visto come la tecnologia e la Intelligenza Artificiale (AI) sta rivoluzionando la consulenza aziendale in tutti i settori, inclusi HR, commerciale e operations. L’utilizzo di piattaforme di gestione e raccolta dati abbinati alla AI potranno dare un impulso innovativo al mondo della consulenza aziendale fino a cambiare anche il loro stesso modello di business.

Secondo uno studio di Accenture, entro il 2022, la AI potrebbe aumentare la produttività del 83% dei lavoratori aumentando il knowledge worker del 35%. Inoltre, l’utilizzo della AI può aiutare i consulenti a gestire e analizzare grandi quantità di dati, migliorando la precisione e la velocità delle loro analisi.

Il futuro della consulenza tecnologica, statistiche impatto della IA sulla produttività e coinvoglimento dei dipendenti

Nella consulenza commerciale, la AI può essere utilizzata per analizzare i dati sui clienti e sulle tendenze di mercato, aiutando i consulenti a identificare nuove opportunità di business e a prendere decisioni informate.

In sostanza, l’AI facilmente integrabile con software e piattaforme esistenti consentirà un aumento esponenziale del supporto offerto dai dati raccolti, rendendoli nuovamente disponibili in termini di insights, formazione, miglioramento del processo formativo, indicazioni commerciali, e così via.

A tal riguardo queste sono le indicazioni dei desiderata espresse da un indagine secondo Forrester da parte degli utenti sulla implementazione della AI:

Il futuro della consulenza: CONSULENZA AZIENDALE: AI driven experience are Winning Customers Over - cosa chiedono gli utenti in ambito AI

Inoltre, secondo una ricerca di Hubspot, il 63% delle aziende che ha già utilizzato soluzioni tecnologiche avanzate come la AI ha riferito di aver migliorato la propria produttività da un 5 ad un 20%.

Il futuro della consulenza aziendale, un Blue Ocean ricco di opportunità ma non privo di rischi

CTA diventa partner gamification con Whappy

Il mercato della consulenza aziendale in ambito digitale sembra dunque molto promettente, ecco alcuni trend che faranno parte della trasformazione digitale per i prossimi anni:

  1. Aumento dell’adozione di soluzioni cloud con la AI: secondo una ricerca di Gartner, entro il 2025, il 90% delle organizzazioni adotterà tecnologie cloud per migliorare la propria efficienza e innovazione.
  2. Aumento della consulenza su soluzioni cloud: sempre secondo Gartner, il mercato globale delle soluzioni cloud raggiungerà i 200 miliardi di dollari entro il 2026. Molto di questo sarà dedicato ai servizi e al futuro della consulenza aziendale.
  3. Adozione di tecnologie avanzate con la AI: la consulenza alle aziende sta abbracciando tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale e il machine learning per migliorare i processi decisionali e ridurre i costi. Secondo una ricerca di Accenture, il mercato globale dell’intelligenza artificiale crescerà del 26% annuo fino al 2024.
IL FUTURO DELLA CONSULENZA: Statistiche e percentuali dei Criteri di scelta del supporto consulenziale tecnologico

4. Aumento della personalizzazione: le soluzioni cloud permettono una maggiore personalizzazione dei processi aziendali e della user experience, fornendo una consulenza sempre più mirata alle specifiche esigenze dell’azienda e dei suoi clienti, questo permetterà una crescita esponenziale dell’adozione massiva di nuove soluzioni.

5. Maggiore attenzione alla sicurezza dei dati: l’utilizzo di soluzioni cloud richiede una maggiore attenzione alla sicurezza dei dati, in particolare con la crescente adozione del lavoro remoto. Le aziende richiedono quindi una consulenza sempre più specializzata sulla gestione dei rischi legati alla sicurezza dei dati.

6. Espansione del mercato della formazione online: l’utilizzo di soluzioni cloud per la formazione aziendale è in costante crescita, grazie alla maggiore flessibilità e accessibilità offerta da queste soluzioni. Secondo una ricerca di Gartner, il mercato globale della formazione online raggiungerà i 370 miliardi di dollari entro il 2024.

7. Utilizzo di gamification nella formazione, nelle vendite, nei programmi di loyalty e nelle promozioni: la gamification è sempre più utilizzata nelle aziendale in diverse forme, grazie alla sua capacità di rendere il processo di engagement e coinvolgimento più efficace. Secondo una ricerca di Accenture, l’utilizzo di gamification aumenta il tasso di produttività del 40%.

Vuoi un approfondimento completo riguardo i temi della trasformazione digitale? leggi qui la guida completa alla Digital Transformation👇👇👇

CTA guida alla digital transformation per IL FUTURO DELLA CONSULENZA

Il futuro della consulenza aziendale, gli stakeholders e il nuovo cambio di paradigma

La vera grande sfida di tutti i consulenti  della trasformazione digitale è la gestione dei Player e fornitori che prendono parte in un processo di digital transformation. 

Vediamo nel dettaglio il punto e cosa accade di norma in un processo di digital innovation!

I teams per la trasformazione digitale sono mediamente costituiti da tre tipi di player, essi sono normalmente composti da un integrator di fiducia, un vendor (che propone la soluzione specifica software) e uno o più consulenti specializzati in uno specifico tema, (normalmente specializzati sul problema che si vuole risolvere, vendite, HR, marketing, operation…).

Spesso questi team sono composti da professionisti reclutati da diverse realtà, il che significa che lavorano insieme temporaneamente su un progetto. Condividono il team con altri professionisti o società che sono stati selezionati appositamente per risolvere quel determinato problema. Inoltre, operano con scadenze ben definite, con sprint che si svolgono con cicli e scadenze predefinite.

Fai attenzione all’effetto “innowashing“, ovvero i rischi della consulenza al gran ballo dell’innovazione

Tuttavia, questo approccio non consente all’azienda di avere un gruppo di lavoro omogeneo con una comunità di intenti.

Il rischio è che manchi la sensibilità e l’esperienza diretta dei problemi che vengono effettivamente vissuti sul campo. In un processo di digital innnovation continuativo, tali informazioni vengono riportate semplicemente dai diversi reparti dell’azienda attraverso i rispettivi responsabili. Questo processo astratto gestito esternamente non favorisce quindi la profondità né la ricerca di soluzioni in modo efficace.

In un processo continuo di innovazione digitale, queste informazioni vengono semplicemente riportate dai diversi reparti dell’azienda tramite i loro responsabili. Tuttavia, questo processo astratto, gestito dai consulenti esternamente, non favorisce una profondità né una ricerca efficace di soluzioni.

IL FUTURO DELLA CONSULENZA, gli stakeholders e i player nel mondo della digitalizzazione, ecosistema e metodo

Innovazione e Gamification, l’ingrediente necessario per garantire data collection

Manca sostanzialmente un reale senso di urgenza di chi il problema di innovazione lo vive giorno per giorno “pagandone lo scotto” con conseguente inefficienza dei processi.

L’eterogeneità quindi dei team dedicati alla trasformazione digitale e la mancanza di un’esperienza condivisa sul campo impediscono una cultura uniforme del cambiamento.

programmi fedeltà e gamification nell'era della IA i nuovi vantaggi

Questo oltre quindi che impedire uno sviluppo specifico delle risposte impedisce anche una continua modellazione ciclica dei processi per un miglioramento continuo in quanto i team di lavoro sono come detto prevalentemente temporanei.

Il problema quindi della gestione dei team dedicati alla trasformazione digitale rappresenta oggi un grosso ostacolo alla digitalizzazione di successo. Non è quindi un problema di competenze dei diversi player ma di come è strutturato il processo di trasformazione.

Da qui il rischio di fallimento di un processo di digitalizzazione diviene quindi inevitabilmente alto, questo è quello che renderà sempre più necessario un tipo di consulenza aziendale specializzata nella digital transformation.

IL FUTURO DELLA CONSULENZA AZIENDALE: Statistiche in percentuale di fallimento dei progetti di digital transformation

Dall’altra parte, c’è una tendenza a optare rapidamente per soluzioni standard, di solito un’applicazione verticale leader di mercato che risolve in modo specifico un determinato problema. Queste soluzioni preconfezionate sono utili per le aziende che desiderano ottenere risultati rapidi e creare un’esperienza iniziale, ma raramente si rivelano durature nel medio e lungo periodo, proprio a causa della loro specificità. Diventa quindi difficile trasformare questo tipo di soluzione in qualcosa di veramente modellabile, scalabile e adatto all’organizzazione consulenziale.

“Evita il me too tecnologico nella consulenza, rischi di cancellare i tuoi elementi distintivi”

Al tempo stesso la logica del me too (il prendere soluzioni già adottate da altri concorrenti per non sbagliare) rischia di essere la soluzione optata per la maggiore, al tempo stesso però rischia di appiattire l’offerta dell’organizzazione consulenziale per adattarla ai processi dei software standard.É ovvio evidentemente che va fatto l’opposto, bisognerà esaltare le peculiarità distintive che creano vantaggio competitivo rendendo unico uno studio di consulenza.

“Che strada scegliere dunque fra una piattaforma standard e la customizzazione del software?” Make or Buy?

La scelta tra una piattaforma standard e la personalizzazione del software è una decisione cruciale per il processo di digitalizzazione delle organizzazioni consulenziali. Per ottenere un valore aggiunto dalla consulenza attraverso la tecnologia, è necessario quindi ricostruire un framework operativo che sfrutti le potenzialità offerte.

Questo equilibrio tra l’unicità del metodo e la standardizzazione all’interno di un framework rappresenta un’opportunità unica per le organizzazioni consulenziali. Questo con ogni probabilità sarà il futuro della consulenza aziendale.

Diventare facilitatori per le imprese, offrendo soluzioni “pronte all’uso” con personalizzazioni uniche, rappresenta un vero e proprio “oceano blu” da esplorare. È un modo unico per standardizzare un valore competitivo distintivo, frutto di un’esperienza acquisita sul campo e di un know-how specifico tipico di una società di consulenza.

Solutions management consulting network word tag cloud future business technology consultancy:

La scelta tra una piattaforma standard e la personalizzazione dipende ovviamente dalle esigenze specifiche dell’organizzazione e dalla sua visione strategica. È proprio in questa ricerca dell’unicità, nell’applicazione del proprio know-how e nella creazione di un metodo, che risiede la possibilità di creare un valore competitivo unico e non replicabile da offrire al mercato.

Quali sono i principali vantaggi per un consulente nell’approcciare la digitalizzazione?

Di seguito sono elencati dieci vantaggi che i consulenti possono ottenere dalla trasformazione digitale e le relative implicazioni positive per il futuro della consulenza aziendale supportata dalla tecnologia.

  1. Accesso a una maggiore quantità di dati: la trasformazione digitale consente ai consulenti di raccogliere, analizzare e utilizzare grandi quantità di dati, il che può aiutare a identificare trend e modelli nascosti all’interno delle attività aziendali, e di conseguenza prendere decisioni informate e più efficaci.
  2. Miglioramento della produttività: grazie alla digitalizzazione di molti processi aziendali, i consulenti possono aiutare le aziende a migliorare la loro produttività e ridurre i costi operativi, liberando tempo e risorse per attività più strategiche. Utilizzare e far utilizzare ai propri clienti piattaforme può quindi aiutare a fare un ottima data collection, elemento essenziale per la gestione data driven.
IL FUTURO DELLA CONSULENZA: AI nel mondo entro il 2026 avrà valore di 120 MLD $

3. Possibilità di lavorare in remoto: la trasformazione digitale ha reso possibile per molte aziende offrire la  possibilità di lavoro remoto, e ciò consente ai consulenti di lavorare con una maggiore flessibilità e di collaborare con colleghi e clienti in tutto il mondo. Questo ha permesso di virtualizzate ed ampliare quantitativamente e qualitativamente il supporto di terze parti ministrandole facilmente con le logiche di “community o market place”.

4. Incremento della qualità del servizio: la digitalizzazione può migliorare la qualità del servizio offerto ai clienti e migliorare l’esperienza complessiva del cliente, il che può portare a una maggiore fidelizzazione e soddisfazione del cliente. In sostanza processi molto strutturati possono essere sottoposti ai clienti in modo semplice, di facile comprensione e condivisione.

5. Maggiore personalizzazione del servizio della consulenza aziendale: i dati raccolti attraverso la trasformazione digitale possono aiutare i consulenti a comprendere meglio le esigenze dei clienti e personalizzare i servizi offerti in modo più preciso e mirato. Il consulente in sostanza finisce con acquisire una leadership in quanto detentore dei sistemi di generazione dei dati raccolti e della loro interpretazione nel contesto

 

il futuro della consulenza, CTA richiedi una consulenza per un programma di formazione con l'intelligenza artificiale (AI) e la Gamification

6. Incremento della velocità di risposta: grazie all’automazione dei processi aziendali, la trasformazione digitale può aiutare le organizzazioni di consulenti a rispondere in modo più tempestivo alle esigenze dei clienti e a fornire un servizio migliore e più veloce.

7.  Maggiore flessibilità: la trasformazione digitale consente alle aziende di adattarsi più rapidamente ai cambiamenti del mercato, il che può aiutare i consulenti a lavorare con maggiore immediatezza e precisione, mettendo in poco tempo le innovazioni a sistema grazie agli strumenti digitali.

Vuoi approfondire come la Gamification può facilitare il processo di digitalizzazione aumentando la adoption da parte di una organizzazione? leggi qui il report 2022 Gamification In Italia.👇👇👇

CTA programmi fedeltà e gamification leggi la survey 2022

Data driven, Il futuro della consulenza aziendale per la gestione dei risultati

La tecnologia dunque sta rivoluzionando il lavoro dei consulenti in tutti i settori, rendendo la consulenza sempre più basata sui dati e su un approccio “data driven”. Questo significa che i consulenti stanno inevitabilmente diventando sempre più dipendenti dall’analisi dei dati per prendere decisioni informate e per offrire un servizio personalizzato ai propri clienti.

Nel settore HR, l’adozione di piattaforme tecnologiche per la selezione dei candidati e la gestione delle risorse umane sta portando ad una maggiore efficienza nella gestione del personale. I consulenti HR possono utilizzare i dati per identificare i candidati più qualificati, valutare il potenziale dei dipendenti e fornire un feedback mirato sulla performance.

Nel settore della formazione, la tecnologia sta offrendo nuove opportunità per la formazione online e la creazione di contenuti digitali personalizzati. I consulenti formativi possono utilizzare i dati per monitorare l’efficacia della formazione, identificare le aree che richiedono un miglioramento e personalizzare i programmi di formazione in base alle esigenze dei singoli dipendenti.

CTA sei un HR, consulente marketing o di reti vendita? diventa partner con la gamification con la piattaforma Whappy

Nel settore del marketing e delle vendite, la tecnologia sta rivoluzionando il modo in cui i consulenti interagiscono con i clienti. I dati raccolti sui comportamenti dei clienti possono essere utilizzati per creare strategie di marketing personalizzate e per migliorare l’efficacia delle attività di vendita. Inoltre, le piattaforme di marketing automation possono semplificare i processi di vendita e migliorare l’efficienza.

Quali saranno le conseguenze di tutto ciò?

Presto i consulenti, grazie all’approccio basato sui dati, scopriranno informazioni preziose sul proprio lavoro, che consentiranno loro di apportare ulteriori valore al processo di consulenza. Ciò porterà a una distinzione unica nel mercato, una particolarità che, se supportata dai risultati ottenuti con i clienti, sarà inevitabilmente considerata di grande valore e avrà una forte domanda.

In generale la gestione data driven, l’utilizzo dei dati e della tecnologia può portare numerosi vantaggi per i consulenti, fra questi primo su tutti la gestione data driven. La raccolta e l’analisi dei dati quindi possono aiutare i consulenti a prendere decisioni informate e a personalizzare il loro servizio in base alle esigenze specifiche coinvolgendo in modo migliore nelle decisioni i loro clienti.

“Fai il consulente? accetta consigli!”

L’utilizzo quindi di piattaforme pronte all’uso e tool digitali non bastano per compiere un cambio di paradigma cosi profondo. Serve un approccio più strutturato che porti prima ad un cambio di mindset e poi ad un vero e proprio percorso di aggiornamento delle competenze relazionate al mondo digital.

I consulenti dovranno sviluppare la capacità di adattarsi velocemente ai cambiamenti tecnologici in rapida evoluzione. La digitalizzazione dei processi diventerà sempre più diffusa, con l’utilizzo di strumenti digitali per la gestione di processi complessi delle organizzazioni che guidano.

Il futuro della consulenza aziendale subirà un profondo cambiamento, il data driven porterà ad un cambiamento sostanziale nella modalità di proposta.

Grazie all’uso dei dati, le offerte al mercato da parte delle società di consulenza potranno essere direttamente basate sulle performance, permettendo di suddividere l’offerta tra costi fissi di partenza del progetto e compenso a success fee in base a specifici obiettivi e KPI tracciabili in questo caso in modo molto più oggettivo e sistematico grazie proprio al data driven.

il futuro della consulenza, CTA richiedi una consulenza per un programma di formazione con l'intelligenza artificiale (AI) e la Gamification

Questo permetterà ai consulenti di proporre soluzioni personalizzate e orientate al raggiungimento di obiettivi molto più aggressive favorendo la sperimentazione a nuove soluzioni dovute ad un basso costo di accesso.

“Con l’avvento del data driven e della AI il futuro della consulenza aziendale sarà a provvigione?”

In sostanza, la definizione di obiettivi e KPI misurabili e ben definiti consentirà ai consulenti di dimostrare concretamente l’efficacia delle proprie soluzioni e di fornire ai propri clienti un resoconto preciso dei risultati ottenuti, a questo enorme vantaggio va aggiunto la capacità “in esclusiva” dei consulenti di poter fare tesoro degli insights raccolti e proporre così un percorso di miglioramento continuo ai propri clienti, escludendo definitivamente ogni intrommissione concorrenziale dei competitors e migliorando il legame e la relazione di fiducia con il cliente stesso.

L’alternativa diversamente quale sarebbe? riesci ad immaginarla?

La tecnologia, consentendo la creazione di nuovi e specifici insights, offrirà ai consulenti la possibilità di esplorare nuove strade, ottimizzare i loro metodi e integrarli con i nuovi strumenti disponibili. Al contrario, se un consulente rimanesse nelle pratiche “standard”, verrebbe superato dagli algoritmi che in breve tempo si approprierebbero di ciò che è già acquisito e ormai disponibile dalle best practices del lavoro di consulenza.

Approfondisci qui con i primi casi studio in ambito “consulenza finanziaria”, leggi l’articolo del Sole 24 Ore “il futuro della consulenza in un algoritmo”

il futuro della consulenza, Consulenza retribuita a percentuale o a success fee

Come proteggersi dai concorrenti e aumentare l’offerta: l’importanza di integrare competenze con la tecnologia

Abbiamo detto quindi che l’utilizzo della tecnologia è fondamentale per la trasformazione digitale del mondo consulenziale, ma è importante fare attenzione a non perdere la propria identità e specificità.

Il valore del consulente risiede infatti proprio nella sua specializzazione, è necessario quindi scegliere strumenti digitali ad hoc che siano veramente in linea di interpretare e trasformare in execution le competenze del consulente.

Il rischio, altrimenti, è di appiattire l’offerta commerciale nei confronti dei clienti, rientrare “nei tanti” che si perdono dietro a standard proposti da software da “banco”… perdendo così proprio quelle caratteristiche distintive che rendono unico agli occhi del cliente.

“Fai la tua gara nella consulenza aziendale, non quella delle piattaforme tecnologiche”

Per questo motivo, è importante trovare strumenti in grado di ricreare il proprio framework operativo, che deve rimanere unico e rappresentare in modo fedele i processi su cui il consulente ottiene già risultati.

Sviluppa con la digitalizzazione il tuo blue Ocean nella tua area di competenza evitando di seguire format di processo prestabiliti.

In sintesi, la blockchain e la tokenizzazione, in combinazione con l AI, potranno sempre più consentire alle organizzazioni di gestire i propri dipendenti e collaboratori in modo più efficiente, trasparente e sicuro, permettendo la creazione di smart contract, gestione delle task operative,  programmi fedeltà e sistemi di premiazione personalizzati, automatizzati e più sicuri.

Vuoi un approfondimento su come evolverà il mondo delle promozioni e della loyalty con la tecnologica? approfondisci qui l’articolo:

CTA il futuro della consulenza aziendale nelle Promozioni e programmi fedeltà nell’era della AI, nuovi scenari futuri e opportunità

Occhio quindi a non essere “usati” dalla tecnologia ma al contrario usarla correttamente, solo così la tecnologia può diventare un vero e proprio supporto per migliorare le attività del consulente e aumentare il valore aggiunto offerto ai clienti.

In sintesi, il futuro della consulenza aziendale è e sarà sempre più fortemente influenzato dalla tecnologia. La digitalizzazione dei processi, l’analisi dei dati e l’intelligenza artificiale saranno elementi sempre più presenti nel lavoro dei consulenti. Il risultato del loro lavoro non potrà quindi più prescinderne.

Per rimanere competitivi e offrire un servizio sempre più innovativo e di qualità ai propri clienti, i consulenti dovranno sostanzialmente compiere la loro specifica trasformazione digitale, investire nella formazione e nell’acquisizione di competenze digitali per poter “ricostruire” il loro framework operativo a “loro immagine e somiglianza”.

Il Futuro della consulenza aziendale dunque è già qui tra noi con piattaforme e AI pronte ad interpretare, potenziare ed espandere i migliori modelli di consulenza.

Il limite ora è la competenza e la creatività umana nei modelli di business proposti.

il futuro della consulenza, CTA richiedi una consulenza per un programma di formazione con l'intelligenza artificiale (AI) e la Gamification

#futuro #consulenza #consultancy #digitalization  #advisor  #future #AI #gamification #impact #newmarket #opportunities #partner #program @whappy