AI e Formazione, cosa è esattamente l’intelligenza artificiale in ambito formativo? come può essere utilizzata e quali nuovi scenari si vanno configurando con questa innovazione rivoluzionaria? 

Scopri qui come gestire un programma formativo con l’intelligenza artificiale fino al continuous improvement.

L’intelligenza artificiale nella formazione aziendale (AI) ha negli ultimi anni assunto un ruolo sempre più rilevante all’interno delle organizzazioni e delle aziende di ogni dimensione.

Grazie alla sua capacità di automatizzare e semplificare i processi, sia quelli semplici che quelli complessi, l’AI è diventata un elemento fondamentale nel panorama dell’innovazione aziendale da cui d’ora in avanti non si potrà più prescindere.

Il suo punto di forza risiede nella caratteristica di emulare le capacità umane, sfruttando sistemi e algoritmi in grado di svolgere funzioni e compiti che imitano la natura e il ragionamento umano.

“La personalizzazione guidata dall’intelligenza artificiale nella formazione può migliorare i tassi di conversione fino al 25%”

L’ intelligenza artificiale (AI) trova applicazione in svariati settori, dalla medicina alla finanza, dalla logistica alla ricerca…praticamente tutto!

Intelligenza artificiale nella formazione aziendale e riduzione dei costi interni per sostenerla, AI, IA
Intelligenza artificiale nella formazione aziendale i vantaggi per le organizzazione sono 9 su 10, IA, AI

Cosa è l’intelligenza artificiale?

L’intelligenza artificiale (IA) è un insieme di tecnologie e algoritmi che consentono alle macchine di percepire, comprendere, agire e apprendere in modo simile agli esseri umani. In generale, l’IA si riferisce alla capacità di una macchina di mostrare capacità umane come il ragionamento, l’apprendimento, la pianificazione e la creatività, consentendo al computer di elaborare i dati, risolvere problemi e raggiungere obiettivi specifici [1][2][3].

“Machine learning è un tipo di intelligenza artificiale in cui le macchine imparano dai dati piuttosto che dalla programmazione iniziale, 85% delle organizzazioni lo sta già utilizzando”

Quando si applica l’intelligenza artificiale all’ambito della formazione aziendale, essa si concentra sull’utilizzo di algoritmi e modelli di apprendimento automatico per migliorare l’efficacia e l’efficienza dei processi di formazione all’interno delle organizzazioni. Nell’ambito della formazione aziendale, l’IA può essere utilizzata per personalizzare l’apprendimento, fornire feedback automatizzati, analizzare grandi quantità di dati per identificare modelli di apprendimento e migliorare la pianificazione e la gestione dei corsi di formazione.

Il Ruolo “disruptive” dell’AI nella Formazione Aziendale

Attraverso l’applicazione dell’intelligenza artificiale (AI) nel contesto della formazione aziendale, è possibile quindi individuare con precisione eventuali deficit e lacune che possono emergere, soprattutto durante le fasi di inserimento nell’azienda.

Questo supporto tecnologico aiuta gli individui sia nella fase di onboarding che a identificare le aree di sviluppo necessarie per acquisire competenze e conoscenze fondamentali per assumere ruoli di responsabilità nel tempo.

CTA scopri la piattaforma per l'e-learning, formazione e continuous emprovement di Whappy

Questo tipo di approccio permette di promuovere la creazione di piani di apprendimento personalizzati, che si rivelano efficaci nel migliorare l’interesse e ridurre la curva di apprendimento, questo applicato per aumentare le competenze dei dipendenti e creare percorsi di crescita può divenire particolarmente prezioso.

Questi sono solo alcuni esempi dell’impatto trasformativo che l’AI può avere nella formazione aziendale. Qui di seguito vedremo come la sua presenza svolge un ruolo determinante nel rendere i processi di apprendimento più efficienti, personalizzati e orientati al successo individuale.

Intelligenza artificiale nella formazione aziendale, il 54% dei dirigenti dichiara di aver aumentato la produttività

Modalità di apprendimento offerte dall’intelligenza artificiale nei programmi di formazione aziendale

L’intelligenza artificiale offre quindi, come accennato poc’anzi nell’introduzione, l’opportunità di creare piani di formazione aziendale su misura, aumentando la gratificazione e il coinvolgimento dei lavoratori e contribuendo a raggiungere i migliori risultati in minor tempo.

Nello specifico, l’AI risulta particolarmente efficace nell’assimilazione di competenze trasversali che richiedono una dedizione costante, come ad esempio estensione di competenze tramite la conoscenza dei migliori casi studi  (best practices interne fra i colleghi), che possono essere proposte e apprese in modo più induttivo e fruttuoso.

CTA scopri il Caso studio Fattoria Dei Talenti con il progetto per l'employee experience, formazione e performance management

La l’IA infatti è capace di creare la richiesta di feedback, notifiche nel momento e modo più corretto, questo grazie a differenti formati di erogazione velocemente modellabili ed erogabili dalla AI,  sviluppando velocemente piani formativi e creando i questionari e richieste di feedback più puntuali.

Tra i principali benefici dell’AI nella formazione aziendale, possiamo individuare i seguenti:

  1. Piani di formazione personalizzati: Grazie all’IA, è possibile creare piani di studio personalizzati che sostengono l’apprendimento, innalzando il livello di conoscenza e supportando le inclinazioni naturali di ciascun individuo.
  2. Smart learning: L’IA apporta un valore aggiunto rispetto all’offerta didattica tradizionale, consentendo di rielaborare le risorse in modo da catalogarle e suddividerle in sottocategorie di facile fruizione. Queste sottocategorie possono contenere elenchi, riassunti e schemi utili per agevolare l’assimilazione delle nozioni cruciali. Inoltre, l’IA favorisce l’adozione del micro-learning, ideale per le attività collaterali.
  3. Valutazione: Grazie all’IA, è possibile impostare percorsi di valutazione personalizzati, orientati a evidenziare i punti di forza di ciascun individuo e ad aiutarlo a superare incertezze e criticità in modo specifico e ricorsivo.
  4. Analisi: I dati raccolti mediante l’utilizzo di strumenti di apprendimento basati sull’IA consentono di elaborare piani formativi su misura, orientando la proposta sulla base delle reali necessità e dei dati raccolti. Questo permette di valutare i progressi in modo efficiente ed arricchente.

Grazie all’integrazione dell’AI nella formazione aziendale, è possibile ottimizzare il processo di apprendimento, adattandolo alle esigenze individuali e sfruttando al massimo le risorse disponibili.

CTA leggi anche la guida definitiva per migliorare le competenze dei dipendenti con la Formazione del personale

I Vantaggi dell’intelligenza artificiale nella Formazione Aziendale

Nell’ambito della formazione aziendale, l’utilizzo dell’AI permette di valorizzare e far emergere il potenziale dei dipendenti, consentendo lo sviluppo di competenze orizzontali e verticali attraverso percorsi personalizzati che rispondono alle specifiche aspirazioni ed esigenze. Ecco ulteriori vantaggi offerti dall’IA:

  1. Utilizzo del linguaggio naturale: Gli utenti possono interagire con l’AI utilizzando il linguaggio naturale, comunicando e acquisendo informazioni in modo semplice, ottenendo al contempo feedback in tempo reale.
  2. Accelerazione delle competenze: L’AI accelera il processo di apprendimento, rendendolo più efficace e rapido. Grazie all’IA, è possibile accedere a una vasta gamma di risorse formative e acquisire competenze in tempi rapidi.
  3. Identificazione e creazione di contenuti personalizzati: L’AI è in grado di identificare e presentare i contenuti più rilevanti, estrapolando informazioni ricercate da diverse piattaforme o social network. La creazione di contenuti supportata dall’IA consente di elaborare un numero sempre crescente di documenti e materiali su una vasta gamma di argomenti e settori.
  4. Laboratori Virtuali: le organizzazioni hanno la possibilità di creare letture e video personalizzati in modo automatico, rispondendo così alle esigenze individuali dei dipendenti. L’AI consente inoltre di realizzare simulazioni e “laboratori” virtuali, attraverso i quali le aziende possono testare in tempo reale nuove politiche e strategie, valutandone l’efficacia in modo immediato e concreto.
  5. Creazione di survey, test e verifiche dinamiche e interattive: Grazie all’IA, è possibile creare survey, test e verifiche che risultano più dinamiche e coinvolgenti per gli utenti. Questo rende l’esperienza di apprendimento più interattiva e stimolante.
Intelligenza artificiale nella formazione aziendale, posti di lavoro che verranno sostituiti, vantaggi e rischi della AI, IA nella formazione

6. Formazione adattiva: grazie all’implementazione di tecnologie avanzate, le soluzioni di formazione aziendale possono adattarsi in modo dinamico alle esigenze dei dipendenti. Utilizzando algoritmi intelligenti, i materiali formativi possono essere personalizzati per fornire un supporto mirato e efficace. Se un dipendente riscontra difficoltà in determinati compiti o concetti, la piattaforma di formazione è in grado di identificare tali lacune e offrire contenuti specifici per colmare le lacune. Questo approccio consente di ottimizzare l’apprendimento, riducendo le frustrazioni e aumentando l’efficacia del percorso formativo. Grazie a queste tecnologie avanzate, l’azienda può garantire un apprendimento adattivo e personalizzato, offrendo un’esperienza formativa altamente efficace per i dipendenti.

AI permette di implementare nuove tecniche di formazione aziendale precedentemente irrealizzabili

7. Formazione Gamificata: L’integrazione di elementi interattivi derivati dal gioco nella formazione aziendale offre un’esperienza coinvolgente per i dipendenti, stimolandoli a partecipare attivamente ai contenuti e promuovendo una migliore assimilazione delle conoscenze e un aumento della produttività sul luogo di lavoro. Le tecniche di Gamification infatti permettono di immergere totalmente il dipendente alleggerendo le sessioni di formazione e trasfromandole in un utile stimolo di crescita e gioco fra i colleghi. Approfondisci qui l’articolo “Gamification nella formazione aziendale: perché funziona”.

8. AI reskilling dei dipendenti: Il AI reskilling nei programmi di formazione aziendale è l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per potenziare le competenze dei dipendenti. Differisce dai normali percorsi di formazione perché si concentra sulle nuove competenze richieste dalla trasformazione digitale da integrare in quelle già acquisite. L’IA quindi in questo caso analizza le lacune di competenze, creando piani di formazione personalizzati. L’approccio è più efficace e personalizzato, in quanto punta direttamente al gap da colmare adattandosi alle prestazioni individuali. I dipendenti si concentrano sulle competenze specifiche necessarie, risparmiando tempo. L’AI monitora l’apprendimento nel tempo, offrendo feedback mirati.

CTA- Caso studio Gioel Spa di formazione e performance management con la gamification

9. Coinvolgimento totale: diverse ricerche hanno evidenziato come l’integrazione dell’intelligenza artificiale nella formazione aziendale generi un notevole aumento dell’interesse da parte dei dipendenti, che altrimenti potrebbero percepire i metodi tradizionali di apprendimento come noiosi o poco stimolanti. Attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative come l’analisi dei dati o le simulazioni di realtà virtuale, i datori di lavoro possono assicurarsi che i propri dipendenti siano motivati a sviluppare nuove competenze e dimostrino un coinvolgimento più elevato nel processo di formazione. Questa integrazione intelligente contribuisce a creare un ambiente formativo più dinamico ed entusiasmante, favorendo un apprendimento più proficuo e soddisfacente per tutti.

10. Data driven con sistemi di conteggio dei test e delle prove strutturati e organici: L’Iintelligenza Artificiale (AI) permette di sviluppare sistemi di conteggio dei test e delle prove più strutturati e organici. Questo può includere il conteggio a valore di risposta multipla, percorsi a risposta secca o aperture collaborative guidate all’interno dei gruppi di formazione.

11. Implementazione della People analytics: maggior definizione e precisione nella gestione grazie all’aggregazione dei dati, l’AI nella formazione aziendale consente una maggiore definizione e precisione nella gestione della people analytics. Ciò significa che è possibile ottenere una visione più dettagliata delle performance degli individui e delle dinamiche di apprendimento, consentendo una gestione più informata delle risorse umane.

Grazie all’IA, la formazione aziendale diventa più efficace, efficiente e personalizzata, consentendo ai dipendenti di sviluppare le competenze necessarie per il successo professionale.

Formazione del personale: guida definitiva per migliorare le competenze dei dipendenti

La gestione dei percorsi formativi dal department fino al ruolo del tutor

L’intelligenza artificiale ha il potenziale di gestire sicuramente con maggior cognizione di causa e puntualità il coordinamento dei ruoli formativi e dei livelli all’interno di un’organizzazione.

Questo significa che è possibile coordinare la formazione di un gruppo di dipendenti con il proprio tutor reale (in carne ed ossa), fornendo loro già i deliverables formativi e gli insights necessari per compiere così “l’ultimo miglio” del processo formativo.

L’ Intelligenza artificiale nella formazione infatti può persino automatizzare una parte di questo lavoro, alleggerendo gli HR e i talent manager dalle attività più operative e massicce nelle organizzazioni di ampie dimensioni, trasformando già come detto questi dati strutturali in successive azioni correttive di supporto.

“Secondo un sondaggio, il 57% dei consumatori preferisce i chatbot, mentre il 43% vuole parlare con un umano”

Grazie all’AI, diventa possibile creare una sinergia efficace tra i tutor e i dipendenti, ottimizzando i processi di formazione e garantendo una gestione efficiente del flusso di informazioni. L’AI può svolgere un ruolo di supporto nel fornire suggerimenti e risorse pertinenti ai tutor, consentendo loro di essere sempre puntuali e pertinenti negli interventi da apportare e di fornire così una formazione di alta qualità anche con organizzazioni particolarmente strutturate.

CTA scopri la piattaforma per l'e-learning, formazione e continuous emprovement di Whappy

L’AI può infatti automatizzare alcune attività operative, come l’organizzazione di sessioni formative, l’assegnazione di compiti e la valutazione dei progressi. Ciò consente agli HR e ai talent manager di concentrarsi su compiti di maggiore valore aggiunto, come la progettazione di programmi formativi strategici e la gestione del percorso di sviluppo dei dipendenti nelle suoi step di miglioramento continuo o differenziazione di sviluppo delle competenze.

Vuoi un approfondimento di come la formazione sia stata collegata direttamente ai risultati di performances con la Gamification? Ascolta qui il Podcast di Federico Fantacone sulle nuove piattaforme per il micro-learning, formazione e performance management 👇👇👇

Quali aspettative avere da un programma formativo con l’utilizzo della AI

L’integrazione dell’intelligenza artificiale nei programmi di formazione aziendale offre numerose promesse e aspettative.

L’hype riguardo questa tema tuttavia è stato molto rumoroso, è importante per questa ragione avere una visione realistica e comprendere le vere capacità e limitazioni dell’IA nell’ambito della formazione.

In questa sezione, esploreremo sia le aspettative corrette che le false aspettative che possono sorgere da un programma di formazione gestito tramite l’intelligenza artificiale.

Aspettative corrette:

  1. Personalizzazione: Un programma di formazione basato sull’IA può offrire un livello di personalizzazione più elevato, adattando i contenuti e le attività alle esigenze specifiche di ciascun individuo. Ciò consente un apprendimento più efficace e mirato.
  2. Feedback immediato: Grazie all’IA, è possibile ottenere feedback immediato e dettagliato sulle prestazioni dei partecipanti, consentendo loro di identificare punti di forza e aree di miglioramento in tempo reale.
  3. Adattabilità e modellazione: L’IA consente di adattare i programmi di formazione in base alle esigenze e alle preferenze dei partecipanti, consentendo loro di apprendere in modi che meglio si adattano al loro stile individuale.
  4. Accesso ai dati: L’IA può analizzare grandi quantità di dati generati durante il processo di formazione, consentendo alle aziende di ottenere preziose informazioni sull’efficacia del programma e di apportare miglioramenti mirati nei processi formativi di continuous improvement.
CTA-caso-studio-Mercedes-Trivellato- performance management-produttività

False aspettative:

In questo momento di grande hype non di rado si trovano proiezioni salvifiche o catastrofiste riguardo il tema della IA, cerchiamo quindi di mettere un punto fermo su ciò che allo stato attuale non ci si deve aspettare dell’intelligenza artificiale:

  1. Sostituzione completa degli istruttori umani: Nonostante le potenzialità dell’IA nella formazione, è importante comprendere che non può sostituire completamente il ruolo degli istruttori umani. L’interazione e il supporto umano rimangono fondamentali per fornire un apprendimento completo e un sostegno emotivo ai partecipanti.
  2. Soluzione magica per tutti i problemi di formazione: L’IA può migliorare e ottimizzare i programmi di formazione, ma non può risolvere tutti i problemi o garantire automaticamente il successo. È necessario un approccio integrato che includa anche altri fattori cruciali come la motivazione, l’impegno personale e l’ambiente di apprendimento.
  3. Automazione totale dei processi: Pur offrendo strumenti e funzionalità avanzate, l’IA rappresenta solo una parte dell’intero sistema di formazione. Altre infrastrutture tecnologiche classiche e l’intervento umano sono ancora essenziali per il funzionamento efficace di un programma di formazione e nel continuous improvement.

In conclusione, l’intelligenza artificiale può apportare notevoli benefici ai programmi di formazione aziendale, ma è importante mantenere aspettative realistiche e considerare l’IA come una componente integrativa ad una soluzione completa di digital transformation. 

Vuoi apporfondire il tema della digital transformation per comprendere i passi necessari prima alla tua organizzazione? Leggi qui la guida completa alla digital transformation 👇👇👇

CTA leggi qui la guida definitiva alla digital transformation

Come creare un progetto formativo con la IA

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale (IA) all’interno di un progetto di formazione aziendale richiede una pianificazione accurata e una strategia ben definita. Integrare efficacemente l’IA nel processo formativo può portare a risultati significativi, migliorando l’efficacia e l’efficienza dell’apprendimento. Di seguito sono elencati alcuni punti chiave da considerare nella preparazione di un progetto formativo che coinvolge le funzioni dell’IA:

  1. Definire gli obiettivi: Identificare chiaramente gli obiettivi del progetto di formazione e stabilire come l’IA può contribuire a raggiungerli. Ad esempio, migliorare il coinvolgimento dei dipendenti, personalizzare l’apprendimento o valutare le prestazioni.
  2. Raccolta e analisi dei dati: Identificare quali dati sono necessari per supportare l’IA nel processo di formazione. Questi possono includere dati storici sulle prestazioni, preferenze degli utenti, feedback degli istruttori, risultati dei test, etc. Assicurarsi di avere i sistemi e gli strumenti adeguati per raccogliere, archiviare e analizzare i dati in modo sicuro e conforme alle normative sulla privacy.
  3. Selezione degli strumenti e delle tecnologie: Valutare le diverse opzioni disponibili per l’implementazione dell’IA nel progetto formativo. Ciò potrebbe includere l’utilizzo di algoritmi di apprendimento automatico, modelli di intelligenza artificiale preaddestrati, strumenti di analisi dei dati, piattaforme di apprendimento basate sull’IA, etc. Scegliere le tecnologie più adatte alle esigenze specifiche del progetto.
  4. Creazione dei contenuti: Considerare come l’IA può essere utilizzata per creare o personalizzare i contenuti di formazione. Ad esempio, l’IA può essere utilizzata per generare automaticamente letture, video o quiz in base alle esigenze individuali degli utenti. Definire le linee guida per la creazione dei contenuti, tenendo conto dell’interazione con l’IA.
  5. Progettazione dell’interfaccia utente: Creare un’interfaccia utente intuitiva e user-friendly per consentire agli utenti di interagire con l’IA durante il processo di formazione. L’interfaccia dovrebbe facilitare l’accesso ai contenuti, fornire feedback e permettere agli utenti di monitorare i propri progressi anche in un arco temporale più ampio per dare contezza degli obiettivi raggiunti in una logica del continuous improvement.

AI, un nuovo modo di approcciare i programmi di formazione

CTA richiedi una consulenza per il tuo progetto di formazione con la AI e la Gamification

6. Valutazione e feedback: Definire come l’IA sarà coinvolta nella valutazione delle prestazioni degli utenti. Ad esempio, l’IA può fornire feedback personalizzato e suggerimenti per migliorare le competenze. Definire anche come verranno raccolti i feedback degli utenti sull’efficacia dell’IA nel processo formativo.

7. Monitoraggio e adattamento: Implementare un sistema di monitoraggio continuo per valutare l’efficacia dell’IA nel raggiungimento degli obiettivi di formazione. Utilizzare i dati raccolti per apportare eventuali modifiche o miglioramenti al progetto.
Supporto e formazione: Assicurarsi di fornire adeguato supporto e formazione agli utenti coinvolti nel progetto formativo basato sull’IA. Ciò include la formazione sulle funzionalità dell’IA, l’orientamento sull’utilizzo delle piattaforme o degli strumenti specifici, nonché l’assistenza tecnica per risolvere eventuali problemi o difficoltà incontrate dagli utenti. Approfondisci anche l’articolo “Come implementare un programma di formazione aziendale efficace”.

8. Gestione dei dati e privacy: Prestare particolare attenzione alla gestione dei dati raccolti durante il progetto formativo. Assicurarsi di adottare misure di sicurezza adeguate per proteggere la privacy degli utenti e rispettare le normative vigenti in materia di protezione dei dati. Definire politiche chiare sulla conservazione, l’accesso e la condivisione dei dati raccolti.

9. Valutazione dell’efficacia: Definire metriche e indicatori chiave di performance (KPI) per valutare l’efficacia del progetto formativo basato sull’IA. Monitorare regolarmente i risultati e confrontarli con gli obiettivi prefissati. Utilizzare questi dati per apportare eventuali miglioramenti al sistema formativo e ottimizzare l’utilizzo dell’IA.

10. Aggiornamenti e adattamenti: Tenere conto che l’IA è una tecnologia in continua evoluzione. Rimani aggiornato sulle nuove innovazioni nel campo dell’IA e considera la possibilità di apportare modifiche o aggiornamenti al progetto formativo per sfruttare al meglio le nuove funzionalità o miglioramenti tecnologici.

11. Valutazione dei costi e del ROI: Valutare attentamente i costi associati all’implementazione e all’utilizzo dell’IA nel progetto formativo. Considerare sia i costi iniziali, come l’acquisto di software o strumenti specifici, che i costi operativi e di manutenzione nel lungo termine. Effettuare una valutazione del ritorno sull’investimento (ROI) per determinare se l’utilizzo dell’IA nell’apprendimento aziendale è vantaggioso e giustificato dal punto di vista finanziario.

In conclusione, la corretta impostazione di un progetto di formazione con l’utilizzo dell’intelligenza artificiale richiede una pianificazione attenta non comune rispetto al tradizionale lavoro, considerando gli obiettivi specifici, la gestione dei dati, la progettazione dell’interfaccia utente, la valutazione dell’efficacia e il supporto agli utenti.

Per sfruttare quindi le potenzialità della IA è fondamentale comprendere le straordinarie funzioni ora acquisibili ma anche confrontandole con le aspettative realistiche rispetto alle capacità dell’organizzazione per evitare che lo strumento e l’utilizzo della AI mettano in crisi un’azienda non ancora preparata nel gestirlo.

CTA richiedi una consulenza per il tuo progetto di formazione con la AI e la Gamification

Il futuro dell’intelligenza artificiale nei programmi di formazione aziendale

Il mercato della formazione aziendale è in costante evoluzione, influenzato dalle nuove tecnologie, dalle esigenze aziendali e dai trend formativi. Prendendo in considerazione diverse fonti informative, ecco una lista degli insights più rilevanti riguardanti l’impatto dell’intelligenza artificiale (AI) nei programmi di formazione aziendale:

  1. Crescita del mercato dell’e-learning: Secondo un rapporto di Docebo, il settore globale della formazione e-learning aziendale raggiungerà un fatturato di circa 31 miliardi di dollari entro la fine del 2020 [1]. Questo dimostra una significativa crescita nel settore, trainata da nuove tecnologie e trend formativi.
  2. Strumenti sociali e collaborativi: Gli strumenti social e collaborativi, insieme alla consegna su dispositivi mobili, sono considerati tra le principali priorità delle tecnologie formative. Questo indica che la collaborazione e l’interazione sociale stanno diventando sempre più importanti nei programmi di formazione aziendale.
  3. Formazione basata sui giochi (game-based learning): I ricavi globali per i prodotti formativi basati sui giochi hanno raggiunto i 2,6 miliardi di dollari nel 2016 e si prevede che raggiungeranno i 7,3 miliardi entro il 2021. Questo evidenzia un crescente interesse per l’utilizzo di elementi di gioco nella formazione aziendale per migliorare l’engagement e l’apprendimento.
  4. Microlearning: Il microlearning è un approccio formativo che si basa su brevi unità didattiche per favorire un apprendimento più efficiente e mirato. Questo tipo di formazione, in piccoli bocconi, riduce il tempo trascorso davanti allo schermo e permette un apprendimento più focalizzato. Approfondisci qui l’articolo “E-learning: come e perché rivoluziona il concetto di formazione aziendale”.
CTA scopri la piattaforma per l'e-learning, formazione e continuous emprovement di Whappy

5.  Adattamento dei framework classici di apprendimento: C’è una tendenza a passare da un approccio di formazione basato su eventi isolati a un percorso di apprendimento continuo per tutto il ciclo di vita del dipendente. L’apprendimento non è più visto come un evento singolo, ma come un processo di continuous improvement che si integra con il lavoro quotidiano.

6.  Esperienze di apprendimento integrate (Blending Experiences): Con l’evoluzione tecnologica, è importante trovare un equilibrio tra diversi approcci di formazione (formale, sociale ed esperienziale) per offrire un’esperienza formativa completa [3]. L’integrazione di diverse modalità di apprendimento aiuta i dipendenti a sviluppare conoscenze e competenze da applicare nel contesto lavorativo.

7.  Formazione come benefit e strumento di attrazione dei talenti: La formazione aziendale può essere utilizzata come un incentivo per i dipendenti esistenti e come elemento di attrazione per i nuovi talenti. Offrire programmi di formazione di qualità può fare la differenza nella competizione per acquisire le risorse umane migliori.

Questi trend e insights riflettono l’evoluzione della formazione aziendale, con l’introduzione di nuove tecnologie e approcci formativi sostanzialmente ci si deve aspettare un completo rovesciamento dei pesi delle attività che andranno evidentemente sempre via via a vantaggio delle aree di gestione e progettazione eliminando pressoché del tutto le attività operative ricorsive.

Vuoi un approfondimento ulteriore? leggi qui l’articolo del sole 24 Ore dal titolo “Intelligenza artificiale, la sfida dei cambiamenti su lavoro e società”.

CTA- vedi il caso studio People HR con piattaforma di gamification per la people management e performance

Conclusioni

Il Futuro dell’Intelligenza Artificiale nella Formazione Aziendale dunque è in piena evoluzione ed evidenzia che, al di là delle paure e dei dati espressi per il mercato attuale, l’impatto dell’intelligenza artificiale sulla progettazione per ora  è ancora molto limitato alla parte implementativa.

Tuttavia, i vantaggi offerti dalla grande capacità di calcolo dell’intelligenza artificiale potranno essere sempre più di grande supporto per i formatori e i responsabili delle risorse umane, aumentando significativamente nel tempo anche la loro capacità di progettazione (e non solo di implementazione sulle organizzazioni che gestiscono).

In conclusione, sebbene l’IA nella formazione aziendale non abbia ancora un impatto diretto dirompente sulla parte di progettazione, i suoi vantaggi nella capacità di calcolo offrono un grande supporto ai formatori e ai responsabili delle risorse umane. Il progetto quindi e l’infrastruttura divengono elementi fondamentali per costruire valore aggiunto all’intero progetto permettendo alla AI di esprimere così il suo massimo potenziale.

L’IA consentirà di migliorare l’efficienza e l’efficacia dei programmi di formazione, facilitando l’individuazione delle competenze necessarie e la personalizzazione dei percorsi formativi. Mentre l’interazione sociale e l’apprendimento umano rimangono fondamentali, l’IA può ampliare le capacità umane e aumentare l’impatto degli operatori della formazione sulle organizzazioni che gestiscono. Approfondisci qui il PODCAST dal titolo “L’impatto dell’intelligenza artificiale sulla formazione di Federico Frattini”.

Il futuro dunque dell’intelligenza artificiale ora è già qui, un opportunità di cui approfittare per innovare i propri modelli formativi per la propria organizzazione e alzare l’asticella delle organizzazioni per nuovi orizzonti.

CTA richiedi una consulenza per il tuo progetto di formazione con la AI e la Gamification

È ora di agire e entrare nella trasformazione digitale, sfrutta appieno le risorse tecnologiche mai così facilmente accessibili come oggi. Compi il percorso di digitalizzazione, ora puoi sviluppare il tuo modello di trasformazione digitale in sicurezza, per migliorare il tuo framework operativo, e rendere la tua organizzazione nuovamente competitiva.

#intelligenza #artificiale #AI #IA #formazione #aziendale #futuro #performance #intelligenzaartificiale #formazionecontinua #HR #formazione #Apprendimento #Gamification #AI #ChatGPT #continuous #improvement Whappy gamification platform