Retail Gamification: Come funziona il framework motivazionale usato ormai da molte realtà commerciali e punti vendita?

Negli ultimi anni, caratterizzati da un forte impulso all’innovazione, sono emerse diverse metodologie per il change management. Il cambiamento organizzativo è diventato un punto nevralgico di questa rivoluzione, con un’enfasi particolare sul rinnovamento dei processi aziendali e sulla gestione delle risorse umane.

Tra le varie metodologie emerse, la gamification si è distinta per la sua straordinaria capacità di catturare l’attenzione e di coinvolgere attivamente gli individui. Questo approccio si è ormai affermato nel mercato, registrando stime di crescita sempre più elevate, grazie alla sua efficacia nel creare engagement e nell’incoraggiare comportamenti positivi all’interno delle organizzazioni.

In questo articolo, esploreremo come il framework della gamification sia stato adottato dal settore retail, unendo esigenze organizzative interne con le necessità di marketing e promozione. Il retail, un settore in continua evoluzione e sempre più orientato all’esperienza del cliente, ha trovato nella gamification uno strumento potente per motivare il personale, migliorare le performance e creare un legame più forte tra il marchio e i suoi consumatori.

rete-retail-customer-frustration

In questo articolo dedicato alla Retail Gamification affronteremo i seguenti argomenti:

Cos’è la gamification

La gamification è una strategia innovativa che sta guadagnando sempre più importanza nel settore del commercio al dettaglio. Questa approccio coinvolge i clienti attraverso elementi ludici e interattivi, trasformando l’esperienza di shopping in un’esperienza divertente e coinvolgente.

Secondo le previsioni, il mercato globale della gamification dovrebbe raggiungere i 37 miliardi di dollari entro il 2027, dimostrando l’ampia adozione e il suo potenziale di crescita. Negli Stati Uniti, il settore della gamification ha già un valore di oltre 2 miliardi di dollari.

La gamification si basa sulla “ludicizzazione” dei processi, per la produttività interna ad un punto vendita o per  incentivare l’acquisto premiando i consumatori con esperienze personalizzate e interattive. Questo approccio incorpora una serie di elementi, tra cui giochi interattivi, sfide, programmi fedeltà, realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR).

Le aziende che implementano con successo la gamification beneficiano di un miglioramento delle conversioni e della fidelizzazione dei clienti con crescita dei tassi di ritorno che possono raggiungere la doppia cifra. 

rete-retail-top-driver-customer-satisfaction

Tipi di Gamification nel Retail

Esiste la Gamification, spesso molto sovrapponibile nel linguaggio e grafica ai videogiochi veri e propri e poi c’è la Enterprise gamification, utilizzata invece più per la gestione di attività produttive, motivazione e formazione…le meccaniche e logiche non cambiano, la differenza sta sostanzialmente nel linguaggio utilizzato. Sostanzialmente l‘enterprise gamification tende ad essere più “composta ed istituzionale”.

Nel mondo del commercio al dettaglio, esistono diverse modalità di gamification per movimentare le attività dei negozi, meccaniche che le aziende possono utilizzare per coinvolgere i clienti e migliorare le prestazioni aziendali dei punti vendita.

2.1 Sfide, Missioni e Ricompense

Uno dei metodi più comuni di gamification nel retail è l’implementazione di sfide e missioni per i clienti. Queste sfide possono essere legate all’acquisto di prodotti specifici, alla partecipazione a eventi in negozio o all’interazione con l’azienda attraverso le piattaforme digitali. Completando queste sfide, i clienti possono guadagnare ricompense sotto forma di sconti, punti fedeltà o prodotti gratuiti. Questo approccio non solo aumenta l’interazione dei clienti, ma li motiva anche a tornare nel negozio per guadagnare ulteriori premi.

2.2 Concorrenza fra gli addetti alla vendita per la Produttività in negozio

La gamification non riguarda solo i clienti, ma può anche essere utilizzata per motivare i dipendenti. Ad esempio, le aziende possono creare sistemi di punteggio o classifiche interne basate sulle prestazioni dei dipendenti. Questo stimola la competizione sana tra i membri del team e aumenta la produttività complessiva del negozio. I dipendenti possono essere ricompensati con incentivi o riconoscimenti speciali per raggiungere obiettivi specifici.

2.3 Collaborazione fra Reparti e Dipendenti del retail

La gamification può anche essere utilizzata per promuovere la collaborazione tra i diversi reparti all’interno di un’azienda di vendita al dettaglio. Creando obiettivi comuni e sfide interne, i dipendenti dei vari settori possono lavorare insieme per raggiungere risultati positivi per l’azienda nel suo complesso. Ciò favorisce un ambiente di lavoro coeso e un’efficace condivisione di conoscenze e risorse.

2.4 Semplificazione dei processi nel retail, Velocità di Comprensione e Comodità

Un altro aspetto importante della gamification nel commercio al dettaglio è la semplificazione dell’esperienza d’acquisto. Questo può essere realizzato attraverso l’uso di applicazioni mobili o dispositivi in negozio che forniscono informazioni dettagliate sui prodotti, suggerimenti personalizzati per gli acquisti e un processo di pagamento veloce ed efficiente. Questi elementi migliorano la velocità di comprensione dell’offerta del negozio e la comodità per i clienti, aumentando così la loro soddisfazione e fedeltà.

CTA Scarica la nuova guida RETAIL TRENDS 2024 nuovi metodi, nuova formazione e nuove tecnologie per la produttività

Vantaggi della Gamification nel Commercio al Dettaglio

Indipendentemente dalla strategia o dal concetto utilizzato, la gamification può essere un modo attraente e avvincente per convincere i clienti a impegnarsi di più e ad acquistare di più dal tuo marchio. In particolare, offre opportunità alle imprese al dettaglio di:

Aumentare l’acquisizione di clienti

Uno studio ampiamente citato mostra che la gamification è molto efficace nell’attirare nuovi utenti, con un conseguente aumento di circa sei volte delle nuove registrazioni. Questo coinvolgimento iniziale dei clienti è fondamentale per il successo del tuo marchio. Tuttavia, la gamification può fare molto di più che semplicemente attirare nuovi clienti.

Formazione, Livello di Comunicazione e Micro Streaming Formativo

La gamification non si limita all’attrazione di clienti; può anche servire come strumento di formazione e comunicazione all’interno dell’organizzazione. Attraverso micro learning e modalità learning by doing, è possibile coinvolgere i dipendenti in programmi formativi coinvolgenti e interattivi.

CTA scopri come ottenere il change management con la Gamification Masterclass

Academy Formative e Certificazioni

Le aziende possono istituire academy formative dove i dipendenti possono ottenere certificazioni e raggiungere livelli minimi di formazione o specializzazione delle competenze. Questo contribuisce a migliorare le abilità dei dipendenti e ad aumentare la loro efficacia nell’ambiente di lavoro.

Processo di Onboarding nel retail

La gamification può automatizzare il processo di onboarding, facilitando la presa in carico di un nuovo dipendente. Questo va oltre la fornitura di materiale informativo e include anche la gestione di badge, dispositivi e la pianificazione di incontri con vari ruoli all’interno dell’organizzazione. L’onboarding gamificato rende l’integrazione del nuovo personale un’esperienza coinvolgente e interattiva.

Only 12% of employees agree that their organization has a good onboarding process. (Gallup)

Gestione del Performance Management

La gamification può essere applicata non solo ai quadri e ai dirigenti, ma anche ai dipendenti in generale per allineare tutta l’organizzazione. Questo può migliorare considerevolmente i risoltati con appositi programmi di performance management, allineando dirigenti quadri e commessi e incoraggiando tutti a raggiungere gli obiettivi aziendali.

customer-marketing- omnichannel- marketing - value

Anche qui la differenza e chiaramente data dalla definizione degli elementi e dalle meccaniche di ingaggio attraverso l’uso di elementi ludici.

Migliora il Coinvolgimento

La gamification aiuta le aziende a stimolare il coinvolgimento dei clienti spingendoli verso comportamenti in linea con gli obiettivi aziendali. Per i consumatori, rende ogni fase del percorso del cliente divertente e motivante. Più i clienti si sentono in grado di partecipare e avere successo attraverso meccanismi gamificati, più è probabile che rimangano coinvolti con un marchio.

Promuovi la Lealtà

Con un maggiore coinvolgimento arriva la lealtà. Man mano che i clienti investono maggiormente negli elementi gamificati implementati dal tuo marchio, è probabile che sviluppino connessioni emotive e lealtà più forti verso il tuo marchio. La personalizzazione dei premi in base al comportamento di acquisto e alle preferenze passate dei clienti aumenta la soddisfazione e l’investimento del consumatore.

Integra tecnologie immersive

Gli NFT (Non-Fungible Tokens), la tokenizzazione e la gamification stanno rivoluzionando il settore del retail nel Metaverso, ridefinendo i concetti di fidelizzazione e coinvolgimento dei consumatori. Gli NFT, con la loro unicità, aprono nuove vie per esperienze di acquisto esclusive e collezioni di prodotti virtuali, rafforzando la fedeltà del cliente attraverso premi personalizzati. La tokenizzazione, trasformando beni e diritti in token digitali su una blockchain, garantisce transazioni più sicure e una nuova forma di proprietà digitale.

L’integrazione di questi elementi sta trasformando il retail in un’avventura digitale, dove i clienti vivono esperienze immersive, passando da semplici transazioni a partecipare attivamente a una comunità digitale. Per una disamina approfondita su come gli NFT, la tokenizzazione e la gamification stiano modellando il futuro del retail nel Metaverso, consiglio la lettura di questo articolo di approfondimento, che esplora l’evoluzione di queste tendenze e il loro impatto sul settore.

CTA NFT blockchain e tokenizzazione , come il retail moderno sta affrontando le nuove sfide digitali e di marketing

Raccogli i Dati dei Clienti e Aumenta la Fidelizzazione

Le attività di vendita al dettaglio possono utilizzare la gamification per raccogliere i dati dei clienti attraverso sondaggi e altre interazioni. Offrendo ricompense per la partecipazione, è possibile ottenere preziose informazioni che consentono di sviluppare prodotti migliori e offrire esperienze più personalizzate. Questo, a sua volta, porta a una maggiore fidelizzazione dei clienti in futuro.

CTA come gestire la fidelizzazione nel retail moderno

In sintesi, la gamification nel commercio al dettaglio non solo coinvolge i clienti, ma può anche migliorare la formazione, semplificare l’onboarding dei dipendenti, promuovere la lealtà e migliorare il performance management, contribuendo così al successo globale dell’organizzazione.

Come integrare in modo efficace la gamification nei processi del retail:

1. Definisci i tuoi Obiettivi e il Tuo Pubblico Target

Prima di iniziare, è essenziale avere chiari gli obiettivi che desideri raggiungere attraverso la gamification. Vuoi attirare nuovi clienti, fidelizzare quelli esistenti o promuovere nuovi prodotti? O ancora vuoi aumentare la produttività interna dei negozi che gestisci? Hai specifici KPI (Key performance Indicators) che non riesci a valorizzare come vorresti?

Queste risposte orienteranno la progettazione dei tuoi giochi. Inoltre, comprendere chi è il tuo pubblico target, con le sue esigenze e caratteristiche, ti aiuterà a sviluppare meccaniche di giochi, comunicazione e tono che riscontrino una corrispondenza.

É per questo motivo che Whappy ha affidato a consulenti esperti la sua piattaforma. L’implementazione, l’execution e la delivery infatti prendono un ruolo cruciale nel successo di un progetto per il retail.

Vuoi conoscere da vicino come Taccini retail Consulting utilizza con successo la gamification nei propri progetti?

Chiedi qui una consulenza gratuita. 👇👇👇

CTA chiedi una consulenza gratuita e scopri il caso studio Taccini Retail

2. Scegli una Strategia di Ludicizzazione

Considera i cinque tipi di gamification descritti in precedenza come base per la tua strategia. La scelta delle tue strategie dipenderà dalle tue preferenze, dal tipo di prodotti o servizi che offri e dal tuo budget.

3. Integra le Strategie nel Tuo Sistema POS

Mentre le strategie più complesse come la realtà aumentata (AR) e la realtà virtuale (VR) richiedono più risorse, le forme più semplici di gamification possono spesso essere integrate direttamente nel sistema POS (punto vendita) della tua azienda. Molti sistemi POS già includono programmi fedeltà e funzionalità di social media che possono essere utilizzate. Inoltre i gestionali nel head quarter di ogni azienda retail possono facilmente estrarre i KPI necessari per costruire di volta in volta la strategia di valore migliore.

4. Promuovi le Iniziative di Gamification tra i Clienti

Inizia a promuovere le tue iniziative di gamification tra i clienti esistenti e potenziali. Ad esempio, sfrutta le integrazioni dei social media per promuovere la tua attività su piattaforme come Facebook, incoraggiando i clienti a condividere le loro esperienze e utilizzare hashtag correlati. I clienti che generano il maggior coinvolgimento online possono essere premiati con punti fedeltà riscattabili per sconti sui tuoi prodotti e servizi.

5. Coinvolgi il Tuo Team, crea dei tavoli di lavoro e Forma il Personale

Coinvolgi il tuo team nel processo di gamification e assicurati che tutti siano a bordo con questa nuova strategia. Il coinvolgimento e la formazione del personale sono fondamentali per massimizzare l’efficacia della gamification. Coinvolgi l’organizzazione nelle figure dei dipendenti, manager e quadri per definire e co-disegnare le soluzioni migliori creando un processo dal basso verso l’alto. Collabora con il tuo team di marketing per creare campagne che guidino i consumatori verso i tuoi giochi e assicurati di promuovere costantemente i premi offerti per incentivare la consapevolezza dei tuoi prodotti e servizi.

CTA la forza del co-design nella co-progettazione durante un processo di change management

La gamification nel commercio al dettaglio può portare a un coinvolgimento più profondo dei clienti e a una maggiore fidelizzazione, ma è importante pianificare attentamente e adottare un approccio strategico per ottenere i migliori risultati.”

Capitolo 6: Modalità Data-Driven

Una delle chiavi per il successo nella gamification nel retail è adottare un approccio data-driven. Questo significa raccogliere dati sia espliciti che impliciti in modo massivo. I dati espliciti sono informazioni direttamente fornite dai clienti, mentre i dati impliciti sono informazioni raccolte osservando il comportamento dei clienti.

La modalità data-driven consente di accedere a informazioni precise e dettagliate sui clienti e sulle loro interazioni con la gamification. Utilizzando metodologie come il machine learning e l’intelligenza artificiale (IA), è possibile analizzare questi dati per ottenere insight approfonditi. Questi insight possono essere utilizzati per prendere decisioni informate e ottimizzare ulteriormente le tue strategie di gamification.

Capitolo 7: People Management

Il people management è un altro aspetto critico quando si tratta di gamification. Questo concetto si riferisce alla gestione efficace delle risorse umane all’interno dell’organizzazione. Coinvolgere il personale, formarlo e motivarlo a sostenere la gamification è fondamentale.

Il people management implica anche la creazione di una cultura aziendale che favorisca l’adozione della gamification e il coinvolgimento dei dipendenti. Un team motivato e ben gestito può contribuire in modo significativo al successo della gamification nel retail.”

Unendo questi elementi, sarai in grado di implementare con successo la gamification nella tua attività al dettaglio e massimizzare i benefici che questa strategia può offrire.

CTA scopri il caso studio di successo nel mondo retail, il CASO BATA dalla produttività alle performance

Come definire gli obiettivi e KPI di una insegna retail

La gamification nel retail rappresenta un approccio innovativo e coinvolgente per motivare i dipendenti e migliorare le prestazioni aziendali. La chiave per un progetto di gamification di successo è avere obiettivi ben definiti, che siano direttamente collegati a specifici Key Performance Indicators (KPI). La definizione precisa di questi obiettivi e la loro scomposizione in sotto-obiettivi e metriche specifiche sono fondamentali.

Per esempio, se l’obiettivo generale è aumentare le vendite, questo può essere scomposto in diversi sotto-obiettivi:

  • Aumentare lo scontrino medio: Concentrarsi su strategie come l’upselling e il cross-selling per incrementare il valore medio degli acquisti dei clienti.
  • Aumentare il numero di pezzi per scontrino:Incoraggiare i clienti ad acquistare più articoli per transazione, migliorando le tecniche di vendita e la disposizione dei prodotti.
  • Aumentare il tasso di conversione: Migliorare la percentuale di clienti che effettuano un acquisto rispetto al numero totale di clienti che entrano in negozio.

La gamification trasforma il perseguimento di questi obiettivi in un’esperienza ludica, rendendo il processo di raggiungimento degli obiettivi più coinvolgente e motivante per i dipendenti. Attraverso l’assegnazione di compiti specifici, sfide e giochi, i dipendenti possono capire chiaramente quali azioni contribuiscono al raggiungimento.

CTA scopri come ottenere il change management con la Gamification Masterclass

I principali KPI del settore retail

Vediamo quindi i principali KPI tipici del settore retail, questi i principali KPI:

KPI
Descrizione
Formula Matematica
1
Scontrino Medio (Average Ticket Size)
Valore medio delle vendite per transazione.
Totale delle Vendite / Numero di Transazioni
2
Numero Medio di Articoli per Scontrino (Units per Transaction)
Quantità media di prodotti venduti per transazione.
Totale Unità Vendute / Numero di Transazioni
3
Tasso di Conversione (Conversion Rate)
Percentuale di visitatori che effettuano un acquisto.
(Numero di Vendite / Numero di Visitatori) × 100%
4
GMROI (Gross Margin Return on Investment)
Ritorno sull’investimento del margine lordo.
Margine Lordo / Costo dell’Inventario
5
Rotazione delle Scorte (Inventory Turnover)
Frequenza con cui l’inventario viene venduto e rinnovato.
Costo dei Beni Venduti / Valore Medio dell’Inventario
6
Conteggio delle Vendite (Sales Count)
Numero totale di vendite effettuate.
Numero Totale di Vendite in un Periodo Specifico
7
Resi di Prodotto (Product Returns Rate)
Percentuale di prodotti restituiti rispetto a quelli venduti.
(Numero di Resi / Numero Totale di Vendite) × 100%
8
Best Sellers e Worst Sellers
Prodotti più e meno venduti.
Analisi delle vendite per prodotto
9
Clienti Nuovi e Clienti di Ritorno (New and Returning Customer Rate)
Numero di nuovi clienti rispetto a quelli abituali.
Numero Totale di Nuovi Clienti / Clienti di Ritorno
10
Sales per Employee (Vendite per Dipendente)
Vendite generate per dipendente.
Totale Vendite / Numero di Dipendenti

Vuoi approfondire come definire obiettivi OKR e KPI  di performance nella tua organizzazione? approfondisci qui l’articolo specifico👇👇👇

CTA OKR vs KPI scopri come definire gli obiettivi e i KPI che li rappresentano per un progetto di gamification nel retail

La tabella sopra rappresenta è solo una breve panoramica dei principali KPI nel settore retail. Tuttavia, è importante sottolineare che esistono molti altri KPI che possono essere utilizzati per monitorare e migliorare diversi aspetti del marketing nel contesto retail, soprattutto in un ambiente ora relativamente nuovo come quello omnicanale.

Un esempio significativo è il KPI per esempio dell’employee social endorsement, che misura l’efficacia con cui le promozioni vengono veicolate attraverso i social media dagli stessi dipendenti del negozio.

Questo KPI può fornire preziose informazioni sull’impatto delle campagne sui social network e sulla loro capacità di influenzare le decisioni di acquisto dei consumatori,  nonché sulla capacità induttiva di ogni singolo venditore alla propria rete social.

Vuoi approfondire come gestire una strategia efficace per l’omnichannel con le nuove tecnologie?

Approfondisci qui l’articolo dedicato👇👇

CTA scopri le soluzioni strategiche per una omnicanalità di successo per il retail

Inoltre, in un sistema retail omnicanale, dove il cliente interagisce con il marchio attraverso più canali (online, offline, social media, ecc.), è possibile dedurre una enorme varietà di KPI che tengono conto dell’intero processo di contatto e del percorso del cliente.

Questi KPI possono includere, ad esempio, il tasso di risposta alle email promozionali, le CTA a landing page condivise sui social,  l’efficacia delle campagne pubblicitarie multicanale, o l’analisi delle interazioni dei clienti attraverso diversi punti di contatto.

In breve, mentre i KPI elencati nella tabella sono fondamentali per monitorare le prestazioni di base nel retail, esiste un vasto spettro di altri indicatori che possono essere utilizzati per ottenere una comprensione più profonda e completa delle dinamiche di marketing gestite tramite la gamiication in un contesto retail omnicanale.

CTA Scarica la nuova guida RETAIL TRENDS 2024 nuovi metodi, nuova formazione e nuove tecnologie per la produttività

Conclusioni

Concludendo quindi , la gamification nel settore retail emerge come un framework motivazionale estremamente efficace per dipendenti, dirigenti e manager. La sua forza risiede nella capacità di trasformare l’esperienza lavorativa in un percorso olistico e coinvolgente, rendendo il journey lavorativo di ogni dipendente parte di un contesto più ampio e integrato.

Grazie alla sua natura intuitiva e alla comunicazione immediata tramite micro-sfide e sistemi di premiazione, la gamification riesce a coinvolgere attivamente ogni individuo all’interno dell’organizzazione. Questo approccio non solo facilita la comprensione degli obiettivi aziendali da parte dei dipendenti ma li rende anche protagonisti attivi nel perseguire questi obiettivi. Ogni membro del team diventa consapevole del proprio impatto sul successo complessivo dell’azienda e riceve gratificazioni in maniera diretta e semplice, proporzionate alla propria effettiva capacità di influenzare i risultati.

In sintesi, la gamification nel retail rappresenta un potente strumento per migliorare l’engagement dei dipendenti, fornendo loro una visione chiara e completa del proprio ruolo all’interno dell’azienda e stimolando un senso di realizzazione personale e professionale attraverso il raggiungimento degli obiettivi. Questo non solo migliora la morale e la produttività dei dipendenti ma contribuisce anche significativamente al successo complessivo dell’organizzazione.

CTA chiedi una consulenza gratuita e scopri il caso studio Taccini Retail
#RetailInnovation #CustomerExperience #EmployeeEngagement #BusinessStrategy #Retail #Gamification #produttività #teambuilding